Ripartitori di calore

Ripartitori di calore

Per incentivare il risparmio energetico e lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili, è fondamentale guidare le scelte di amministrazioni, cittadini, organizzazioni private e imprese verso la produzione di energia con modalità compatibili con l’ambiente e verso un consumo energetico più consapevole ed efficiente.
Oggi si può dire che la misurazione dei consumi è oggetto di trattazione anche dagli organi legislatori, che ne hanno imposto l’obbligo dell’installazione in tutti gli impianti centralizzati, sia di nuova costruzione, sia esistenti.
Nell’ambito di tale iniziativa, e per l’applicazione della misurazione dei consumi in edifici dotati di impianti centralizzati con distribuzione verticale del riscaldamento, viene proposta propone la rilevazione dei consumi termici mediante il sistema di ripartitori di calore.
Questo sistema consente la ristrutturazione degli impianti a radiatori con produzione centralizzata e distribuzione a colonne montanti, rendendoli più moderni e adeguati ai tempi.
Al comfort e al risparmio energetico offerti dalla termoregolazione individuale mediante teste e valvole termostatiche, si aggiunge la possibilità di ripartire le spese di riscaldamento in base ai consumi effettivamente sostenuti, con un criterio di maggiore equità rispetto ai tradizionali criteri di suddivisione. Un impianto a radiatori riqualificato con misurazione dei consumi e termoregolazione incentiva anche a comportamenti individuali più responsabili nell’utilizzo dell’energia.
Pagando per ciò che effettivamente consuma, ogni utente è motivato a eliminare gli sprechi e a regolare la temperatura ambiente dei locali dell’abitazione in base alle effettive necessità. Niente più locali inutilmente surriscaldati e finestre aperte; un grande vantaggio per l’ambiente e per la bolletta energetica.
L’utilizzo dei ripartitori di calore nasce per soddisfare le esigenze di rilevazione dei consumi energetici negli impianti di riscaldamento a radiatori con colonne montanti. In questo tipo di impianto i terminali di uno stesso appartamento non sono serviti dallo stesso circuito. In un appartamento non esiste un punto unico di intercettazione dove installare un misuratore di energia termica.
Il ripartitore non misura l’energia termica ma elabora un conteggio che è direttamente proporzionale ad essa.
Si può effettuare una stima attendibile dell’energia ceduta dal radiatore all’ambiente in base al conteggio e alle caratteristiche del radiatore.